telefono erotico – RACCONTI EROTICI IL TURISTA OTTIENE UN TRATTAMENTO DA SPIAGGIA

telefono erotico – RACCONTI EROTICI IL TURISTA OTTIENE UN TRATTAMENTO DA SPIAGGIA

27 Novembre 2021 Off di tarocchirichiesta

RACCONTI EROTICI IL TURISTA OTTIENE UN TRATTAMENTO DA SPIAGGIA

racconti erotici

Chiama con 899

899 telefono erotico

0,77 €/min IVA ESCLUSA

Chiama con carta di credito

carta di credito linea erotica

Solo 0,49 €/Min IVA COMPRESA

Ricarica carta di credito

carta di credito linea erotica

Solo 0,49 €/Min IVA COMPRESA

Alcune ragazze online

Gli anni ci hanno raggiunto ma ci piace ancora giocare. Ogni tanto siamo fortunati. Sabato scorso è stato un giorno così.

Io sono Stan e mia moglie è Linda. Io ho settantadue anni e Linda ne ha settanta. Portiamo entrambi venti libbre di troppo. Viviamo a Destin, in Florida, e ci piace visitare il nostro posto preferito sull’isola di Okaloosa, Beasley Park. L’anno scorso ho comprato una piccola tenda da montare per ripararmi dal vento e dal sole.

Sabato mattina eravamo in spiaggia. Linda mi ha aiutato a fissare la tenda alla sabbia. Le nostre sedie a sdraio e la ghiacciaia erano fuori dal lembo della tenda.

Linda stava leggendo e io stavo ascoltando il blues sugli auricolari. Ogni tanto alzavamo gli occhi per vedere chi stava camminando lungo la spiaggia.

Oh, essere di nuovo giovani. Abbiamo visto dei bei corpi duri, sia maschi che femmine.

Stavo sorseggiando una birra fresca quando l’ho visto arrivare da lontano. “Dai un’occhiata, piccola”, dissi a Linda.

Lei alzò lo sguardo. Dirigendosi verso di noi c’era un ragazzo sulla trentina con una bella abbronzatura e capelli castani, alto un metro e ottanta e forse un settanta. Indossava un bikini da uomo di taglio francese a vita bassa. Stava sfoggiando un rigonfiamento molto impressionante.

“A cosa stai pensando, tesoro?” chiese Linda.

“Sto pensando che mi piacerebbe un assaggio di quello.”

“Pensavo che potessi.”

Si è avvicinato abbastanza da farmi chiamare. “Turista, eh?” e alzai la mia lattina di birra

Si avvicinò al punto in cui eravamo seduti. “Come fai a saperlo?”

“Non vediamo un costume da bagno così bello sulla gente del posto.”

“Beh, non sono baggies. Mi piace.”

“Probabilmente ti piace metterti in mostra. Ti andrebbe una birra?”

“Sì ad entrambi.”

Gli ho offerto una birra fresca. “Io sono Stan e questa è Linda. Una volta eravamo avventurosi.”

“Io sono Rob. L’avventura è una buona cosa. Ecco perché sono venuto dal Tennessee.”

Ho visto il suo rigonfiamento crescere. “Perché non vieni nella nostra tenda e ci mostri cosa nascondi?”

Chiama con 899

899 telefono erotico

0,77 €/min IVA ESCLUSA

Chiama con carta di credito

carta di credito linea erotica

Solo 0,49 €/Min IVA COMPRESA

Ricarica carta di credito

carta di credito linea erotica

Solo 0,49 €/Min IVA COMPRESA

Rob sorrise e annuì. Tenni aperto il lembo e lui si infilò dentro. Linda e io lo seguimmo.

“Togliti il ​​vestito. Comunque è troppo stretto.”

Rob usò i pollici per infilarsi la tuta sulle caviglie. Il suo membro da nove pollici è saltato fuori. Era circonciso. La testa era luccicante di pre-cum.

“Sembra che la tua immaginazione stia già funzionando.” Con ciò, mi chinai e posi le mie labbra sulla testa del suo membro.

Rob sussultò. “Oh, mio ​​Dio. È così bello.”

Ho continuato a salire e scendere lentamente. “Linda vorrebbe un assaggio. Va bene?”

“Diavolo sì!”

Linda si era tolta il costume da bagno. I suoi seni erano cadenti e il suo sedere sembrava una ricotta, ma a Rob non importava. Ho tolto le labbra dal suo membro e Linda ha preso il sopravvento. Rob respirava a fatica. Si è fermata e mi ha lasciato ricominciare a succhiarlo.

“Tesoro, sai cosa voglio, vero?” Aveva raggiunto nella sua borsa da spiaggia e tirato fuori una bottiglia di lubrificante e se lo stava spalmando sulla vulva. Si mise sulle mani e sulle ginocchia.

“Rob, vieni a prendere la miglior vulva che tu abbia mai avuto.”

Era in ginocchio dietro il suo culo bianco. Ha fatto scivolare il suo membro dentro e fino alla sua base. Linda ansimò: “Oh, sì! Tesoro, è così buono.” Rob aveva le mani sui suoi fianchi e le portava il culo a ogni colpo.

“Non venire. Dimmi solo quando sei vicino.” Ha scopato lentamente mia moglie per altri tre minuti.

“Mi sto avvicinando.”

“Tiri fuori, allora.”

Rob ha tirato fuori il suo membro dalla vulva di Linda. È crollata sul lenzuolo. Ho allungato la mano e ho preso il suo membro e l’ho portato alla mia bocca. In pochi secondi stava arrivando. “Accidenti, sì, oh, sì, sì!”

Stavo deglutendo il più velocemente possibile. Sento il suo membro ammorbidirsi. È crollato sul lenzuolo accanto a Linda. Ho leccato la testa del suo membro per raccogliere gli ultimi pezzi del suo sperma. Sei il benvenuto a tornare in qualsiasi momento. Siamo qui quasi tutti i fine settimana.”

“Voi due sapete come far sentire un turista il benvenuto.”

Dieci minuti dopo, indossò il suo completino e lasciò la nostra tenda.

Quindi, se sei mai a Beasley Park e vedi una tenda arancione con due anziani seduti accanto, fermati e saluta. Non si sa mai. Potresti provare l’ospitalità del sud al suo meglio.