telefono erotico – racconti erotici – Fare amicizia in vacanza al Nudist Resort

telefono erotico – racconti erotici – Fare amicizia in vacanza al Nudist Resort

31 Dicembre 2021 Off di tarocchirichiesta

racconti erotici – Fare amicizia in vacanza al Nudist Resort

racconti erotici - telefono erotico - linea erotica

Chiama con 899

899 telefono erotico

0,77 €/min IVA ESCLUSA

Chiama con carta di credito

carta di credito linea erotica

Solo 0,49 €/Min IVA COMPRESA

Ricarica carta di credito

carta di credito linea erotica

Solo 0,49 €/Min IVA COMPRESA

Alcune ragazze online

Quest’anno sarebbe stata una vacanza da solista, quindi ho deciso di concedermi una visita in Florida durante la bella stagione. Ero stato in questo resort per nudisti in Florida una volta prima che aveva la reputazione di essere un po’ un resort lifestyle. La mia prima visita è stata abbastanza tranquilla, ma ho deciso di fare un altro tentativo.

Sono arrivato al resort, mi sono spogliato in macchina e poi ho camminato nudo intorno alla piscina trovando una sedia a sdraio aperta. Stavo leggendo il mio libro mentre osservavo di nascosto tutto il divertimento nudo in piscina. Uomini e donne, di tutte le età e razze, che entrano ed escono dalla piscina. Mi è piaciuto guardare l’acqua della piscina scorrere lungo i loro corpi mentre le persone escono dalla piscina.

All’improvviso ho notato una donna di circa 35 anni che mi passava accanto indossando un top nero trasparente che rivelava la sua vulva rasata e il seno sodo. L’ho vista guardarmi dalla testa ai piedi mentre mi sorrideva. Era sola e prese la sedia accanto a me. Ci siamo scambiati convenevoli ed eravamo entrambi abbastanza evidenti nel nostro reciproco piacere di guardarci e metterci in mostra.

La mia mossa preferita è alzarmi per rinfrescarmi sotto la doccia, il che significa che sfilerò intorno alla piscina e poi farò la doccia nuda davanti all’intera area della piscina. Tornai indietro schizzandola un po’. Mentre mi scusavo, lei sorrise e disse che non c’era problema.

Chiama con 899

899 telefono erotico

0,77 €/min IVA ESCLUSA

Chiama con carta di credito

carta di credito linea erotica

Solo 0,49 €/Min IVA COMPRESA

Ricarica carta di credito

carta di credito linea erotica

Solo 0,49 €/Min IVA COMPRESA

Si scusò e se ne andò dopo qualche altro minuto. Ho aspettato che tornasse, ma quando non l’ha fatto allora ho deciso di fare una passeggiata nei “sentieri”. Mentre tornavo davanti alle roulotte, lei era seduta fuori dalla sua. Ha salutato e mi sono avvicinato con il mio membro semi eretto che faceva strada.

“Questa è la tua roulotte?”

“Lo è. Ti piacerebbe vederlo?”

“Ovviamente!”

Ha aperto la strada mentre la seguivo concentrandomi sul suo culo stretto. Essendo una roulotte, il tour non è durato molto, e poi mi ha offerto da bere. Ognuno di noi ha preso una lattina di birra e lei mi ha invitato a sedermi. Ha preso la sedia di fronte a me e stava chiaramente allargando le gambe e mostrandomi la sua vulva. Ho restituito il favore e casualmente ho aperto e chiuso le gambe facendo indurire il mio membro.

Alla fine, si alzò e disse: “Non ne ho più bisogno”, mentre si toglieva il top di pizzo nero. Mentre si alzava si è avvicinata a me e io ero faccia a faccia con la sua vulva. Si fermò più vicino e io allungai la mano per passare delicatamente la mia mano sul suo monticello liscio. Lei ansimò leggermente e poi avvicinai il mio viso al suo corpo. Potevo sentire il calore del suo corpo sul mio viso mentre mi avvicinavo e le solleticavo il clitoride con la lingua. Ha tirato la mia faccia nel suo corpo e ho aperto la bocca e ho dato alla sua vulva il trattamento completo con la mia lingua larga. Ha tirato la mia faccia nel suo corpo ancora più forte. Però pensavo sempre di chiamare il telefono erotico.

Ho preso un respiro e lei si è inginocchiata e ha iniziato a giocare con il mio membro duro come la roccia. In un secondo ha iniziato a leccare la mia asta dalla base del mio membro alla punta della testa. Poi ha preso il più possibile del mio membro in bocca.

Quando fu il suo turno di prendere fiato si alzò e mi prese per mano fino al letto dove si lasciò cadere sulla schiena. Mi sono avvicinato a lei e ho sollevato le sue gambe sopra le mie spalle e l’ho tirata verso di me. Ho strofinato il mio pene sul suo clitoride e l’ho stuzzicata entrando leggermente nella sua vulva. Dentro e fuori. Dentro e fuori. Ogni volta entrando un po’ più dentro di lei fino a quando non spingevo completamente il mio intero membro dentro e fuori.

Potevo dire che mi stavo avvicinando al cumming, quindi mi sono tirato fuori da lei e mi sono masturbato. Il mio membro era così bagnato dalla sua vulva che non avevo bisogno di olio per accarezzarmi. In circa un minuto di masturbazione, ho sparato la mia scorta di sborra per tre giorni sulle sue tette e sul viso. Ha leccato lo sperma dalla bocca e si è asciugato il resto con la mano. Poi ha leccato le sue dita per pulire il mio sperma.

Siamo tornati entrambi in piscina e ci siamo fatti la doccia insieme mentre tutti ci guardavano con evidente gioia.

La migliore vacanza di sempre!